• Spiritualità

  • 1

La festa di Nostra Signora del Rosario è stata istituita da Papa San Pio V, e si celebra il 7 ottobre, giorno nel quale si commemora l’anniversario della vittoria ottenuta dai cristiani nella battaglia navale di Lepanto dell’anno 1571. La vittoria è attribuita alla Madre di Dio, che fu invocata attraverso la preghiera del rosario.

lepanto

Breve storia

Nell’anno 1571 il cristianesimo in Europa era minacciato ancora una volta da un’invasione musulmana da parte dei turchi. Dinanzi a questo pericolo, i cristiani si unirono in difesa della fede. Il Papa si dichiarò capo della Lega Santa, Marco Antonio Colonna fu dichiarato Generale dei galeoni e Don Giovanni d’Austria Generalissimo. Quando partirono i 101 galeoni e le altre barche più piccole incontro alle navi dei turchi, il Papa mandò la sua benedizione apostolica e predisse la vittoria. San Pio V era membro dell’ordine di San Domenico e, consapevole del potere della devozione al rosario, chiese che si pregasse e che si digiunasse, supplicando la protezione della Santissima Vergine e il Suo aiuto contro il pericolo. Anche se i turchi avevano la flotta più potente del mondo, non avevano quell’arma insuperabile: il Santo Rosario. Durante la battaglia, migliaia di cristiani rivolgevano la loro preghiera alla Beata Vergine con il rosario tra le mani. Si fece anche una processione pregando il rosario nella chiesa di Minerva, chiedendo la vittoria, e la preghiera di tanti fedeli fu esaudita. I cristiani ottenerono una vittoria miracolosa, e questa vittoria aumentò la devozione al Santo Rosario. Come segno di gratitudine verso Dio per la vittoria, San Pio V istituì la festa della Madonna delle Vittorie, che più tardi venne conosciuta come “La Festa del Rosario”. Questa festa si celebrava la prima domenica d’ottobre, fino a quando Papa San Pio X fissò la data fissa il 7 ottobre (anniversario della battaglia di Lepanto). Fu lo stesso San Pio X ad affermare: “Dammi un esercito che prega il rosario e riuscirò a conquistare il mondo”.

La forza del Rosario

Fu a San Domenico di Guzman che la Madonna rivelò, mentre stava pregando una notte, il Rosario come arma potente. Poi abbiamo visto, particolarmente a Fatima così come in numerose apparizioni mariane, l’importanza della preghiera del Rosario e l’invito a farlo. A Garabandal, fin dall’inizio, vediamo come la Vergine non si limita ad ascoltare le bambine, ma si preoccupa della loro formazione spirituale. Insegnò loro a pregare il rosario, e come pregarlo. La stessa cosa successe a Lourdes, dove Santa Bernadette pregava con la Vergine Maria, e a Fatima, dove la Vergine, già nella prima apparizione, segnalò il valore del rosario: “Pregate il rosario tutti i giorni per ottenere la pace nel mondo” (13 maggio 1917). Il rosario è una preghiera che tutti i cristiani possono fare, e non dovrebbe mancare nella nostra vita quotidiana. Con questa preghiera imploriamo l’intercessione potente della Vergine Maria, che, come Madre, ascolta le nostre suppliche. Dio ha voluto donare una moltitudine di grazie attraverso la Madonna e attraverso la preghiera del rosario.

I santi e il rosario

Tanti santi hanno scritto o parlato del rosario e del suo valore. Eccone alcuni:
San Pio X: “Tra tutte le preghiere, il rosario è la più bella e la più gradita alla Santissima Vergine”.

Sant’Alfonso Maria de’ Liguori: “Tra tutti gli omaggi dovuti alla Madre di Dio, non ne conosco uno più gradito del rosario”.

San Pio da Pietrelcina: “Amate la Madonna e fatela amare. Recitate sempre il rosario”.

Santa Teresa di Gesù Bambino: “Con il rosario è possibile ottenere tutto”.

San Carlo Borromeo: “Pregare il rosario, la mia più dolce occupazione e una vera gioia, perché so che mentre lo prego sto con la più amabile e generosa di tutte le madri”.

Santa Teresa delle Ande: “Affida tutto alla Santissima Vergine. Pregala sempre con il Rosario affinché Ella custodisca non solamente la tua anima ma anche i tuoi affari”.

Continua la battaglia

Attualmente ci troviamo dinanzi a un’altra battaglia di Lepanto. Il mondo e le sue ideologie vogliono distruggere la fede e il cristianesimo, ma dobbiamo rimanere fedeli e lottare perché questo non accada. Ci potrà forse sembrare che le forze contrarie superino le nostre forze, ma questo solo in apparenza, poiché niente supera la forza di Dio. Dobbiamo lottare, ed ecco qui l’arma che possiamo usare: il santo rosario. Oggi più che mai, nessun cristiano dovrebbe mancare nella preghiera del rosario, pregando soprattutto per la pace – la pace nel mondo, nella famiglia, nel cuore. Se preghiamo con fede e con devozione, Nostra Madre del Cielo ascolterà la nostra preghiera.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok