Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates
  • Spiritualità

  • 1

Quando Conchita parla della prima apparizione della Vergine Santissima a Garabandal dice che era come se sua Madre fosse state assente per un viaggio e fosse appena tornata. “Le raccontavamo molte cose... era un po' come una madre che non abbia visto la figlia da tanto tempo: quando la rivede, sua figlia le racconta tutto. A maggior ragione noi che non l'avevamo mai vista. E inoltre Lei era la Nostra Madre del Cielo!” (Diario di Conchita).

primeraaparicion

Nostra Madre del Cielo

Quando Conchita parla della prima apparizione della Vergine Santissima a Garabandal dice che era come se sua Madre fosse state assente per un viaggio e fosse appena tornata. “Le raccontavamo molte cose... era un po' come una madre che non abbia visto la figlia da tanto tempo: quando la rivede, sua figlia le racconta tutto. A maggior ragione noi che non l'avevamo mai vista. E inoltre Lei era la Nostra Madre del Cielo!” (Diario di Conchita).

Regina, ma anche Madre

Già nella prima apparizione tratto caratteristico delle bambine con la Vergine Santissima era di fiducia totale, parlavano con totale familiarità alla Regina del Cielo, Le dicevano tutto: “che andavamo tutto i giorni al prato, che eravamo nere, che raccoglievamo l’erba in covoni, ecc... Ella sorrideva”. Il fatto è che questa Regina è anche Madre, e a una Madre si può raccontare tutto, e ancor più a una Madre come lo è la Vergine Santissima. Questa semplicità di tratto, piena di fiducia e amore, è qualcosa che possiamo e dobbiamo imitare. Anche noi possiamo raccontarLe tutto, parlare con Lei e chiedere la Sua intercessione, rivolgerci a Lei in momenti di difficoltà... Lei ci ascolta e ci sorride. A Garabandal risalta l’amore materno di Maria che viene per essere Madre nei nostri confronti, una Madre che si interessa dei Suoi figli. Si interessa di tutto, ma soprattutto della salvezza delle nostre anime.

Vi amo molto

Al giorno d’oggi si mette il benessere materiale al di sopra di tutto e dimentichiamo la cosa più importante: siamo chiamati ad essere santi e ad andare in Cielo. Ella, Maria, viene a ricordarci i beni eterni, che valgono molto più di tutto ciò che c’è in questo mondo. Gesù ci aveva già detto: “Quale vantaggio avrà un uomo se guadagnerà il mondo intero, ma perderà la propria vita? (Matteo 16, 26). La Madonna, nell’ultima apparizione, ci dice: “Vi amo molto e non voglio la vostra condanna” e prosegue dicendo:”Fa' da parte tua tutto quello che puoi e Noi ti aiuteremo”. Abbiamo bisogno di una Madre che ci aiuti e della Grazia di Dio che sempre ci accompagni, ma dobbiamo fare la nostra parte, dobbiamo sforzarci, pregare, offrire, fare sacrifici, compiere il messaggio, non stancarci.

Siamo con Lei

Nel Diario di Conchita il racconto della prima apparizione della Vergine Santissima si conclude con le parole: “Così terminò la domenica 2 luglio, giorno molto felice poiché abbiamo visto per la prima volta la Vergine! Con Lei stiamo tutti, purché lo desideriamo!”. Quel “stiamo tutti” comprende tutti, possiamo stare con Lei purché lo desideriamo. È una realtà, Ella è con noi. Fin dall’inizio della Chiesa, del cristianesimo, Maria è stata sempre presente. Negli Atti degli Apostoli si dice: “Tutti questi erano perseveranti e concordi nella preghiera, insieme ad alcune donne e a Maria, la madre di Gesù...” (At 1, 14). Anche noi possiamo metterci vicino a Maria con gli Apostoli, e chiederLe che ci insegni a pregare, che ci aiuti, che ci protegga... e tutte le richieste che possono uscire dal cuore di un figlio che confida veramente in sua Madre.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok