Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates
  • Spiritualità

  • 1

La Vergine Maria durante le apparizioni chiedeva che si desse da baciare alla gente, più e più volte, il Crocifisso, Suo Figlio in Croce, Gesù Cristo, nostro Redentore.

cruz

Pensare e meditare sulla Passione ci rende coscienti della gravità del peccato e del grande amore che Dio ha verso di noi. “Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito” (Gv 3, 16). La Madonna conclude il secondo messaggio con le parole “Meditate sulla Passione di Gesù”.

Ci sono momenti durante l’anno liturgico in cui il nostro sguardo si rivolge in modo più intenso verso la Croce e siamo invitati a meditare sul suo mistero. La Quaresima è uno di questi momenti, e una delle pratiche più comuni per farlo è la recita della Via Crucis. In essa ricordiamo ogni passo della Passione di nostro Signore Gesù Cristo.

È un’opportunità per rivolgerci a Lui con cuore sincero per chiedere perdono, per chiedere forza per portare la nostra croce, qualunque essa sia, grande o piccola, assieme a Lui. Non siamo soli nel cammino. Il bacio che diamo alla croce non è un bacio superficiale e senza senso, è un atto di adorazione, è un gesto d’amore ed è il riconoscimento che Egli è degno di tutto il nostro amore. È anche baciare la nostra croce, cioè la strada che il Signore ci indica per la nostra santificazione. Gesù disse: “Se qualcuno vuole venire dietro a Me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e Mi segua” (Mt 16, 24).

La Vergine Maria ci invita con le parole del secondo messaggio a guardarLo, contemplarLo, pensare a tutto ciò che Egli ha fatto per noi e a chiederci: “Che cosa ho fatto per Lui? Che cosa faccio per Lui? Che cosa devo fare per Lui?”

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok