Bambine semplici e normali

Dopo aver studiato le piccole da diversi punti di vista, numerosi esperti hanno concordato nel concludere che le bambine erano “semplici e normali”. Questo è quanto affermò, ad esempio, il Dottor Jerónimo Domínguez dopo aver interrogato le bambine personalmente.

sencillos

Bambine semplici e normali

Dopo aver studiato le piccole da diversi punti di vista, numerosi esperti hanno concordato nel concludere che le bambine erano “semplici e normali”. Questo è quanto affermò, ad esempio, il Dottor Jerónimo Domínguez dopo aver interrogato le bambine personalmente.

Nel suo “rapporto medico sulle veggenti di Garabandal”, il Dottor Puncernau si sofferma specialmente sulla maggiore di età, Conchita, della quale fa questa descrizione:
“Incantevole, bella e birichina nel senso buono della parola. Con un senso dell’umore fine e intelligente. Buona, senza bigotterie  né stupidaggini. Completamente normale. Scherzosa e simpatica… di una correttezza squisita, con tutto ciò che potesse significare il più lieve sintomo di impurezza… non osservai mai in lei il più lieve segnale di  ambiguità malsana… facevamo – per esempio- delle sfide per vedere chi fosse più alto. Entrambi baravamo, mettendoci sulle punte di nascosto… era la forma migliore per conoscere quella ragazzina, meglio ancora che facendole test o esami, anche se ovviamente feci anche quelli. Potrei dire le stesse cose di Jacinta, Mari Loli y Mari Cruz".

Il Dottor Celestino Ortiz González, epdiatra di Santander, realizzò uno studio considerato tra i più rilevanti del tempo delle apparizioni. Fece due mesi di lavoro diretto durante i fenomeni; queste sono le sue conclusioni:
1 – “Dal punto di vista pediatrico e psichiatrico, le quattro bambine sono sempre state e continuano ad essere normali.
2 – Le estasi in cui abbiamo visto queste bambine non possono rientrare nel quadro di nessuna delle categorie di patologie fisiologiche o psichiche attualmente conosciute.
3 – Dato il lungo periodo durante il quale si sono verificati i fenomeni, se avessero avuto un carattere patologico di qualunque tipo, avremmo potuto distinguerne facilmente i segnali.
4 – Nella psicologia infantile, sia normale che patologica, non trovo nessuna spiegazione che possa presentare come fatti naturali fenomeni che, secondo tutte le conoscenze di cui disponiamo, sfuggono alle realtà naturali”.

La conclusione del Dottor Ortiz è d’accordo con quelle di tanti altri medici che affermano positivamente la salute delle bambine.

Il Dottor Puncernau indica dettagliatamente nel suo referto la grande quantità di test a cui Conchita fu sottoposta e scrive come conclusione: “Tutto ciò non può assolutamente considerarsi un gioco di bambine. Ad ogni modo, la storicità medica dei fatti di Garabandal, della quale ci sono abbondanti testimonianze grafiche, è inconfutabile e pertanto non ammette dubbi né discussioni". Ciò significa che a giudizio della medicina le estasi di Garabandal appaiono come autentiche.