• Aneddoti

    del tempo delle apparizioni
  • 1

Uno scarabocchio?

garabato

María José Juliani ha circa ottantacinque anni, ma è gioiosa e loquace come se avesse solamente un terzo degli anni che ha. Per qualche giorno ha visitato il villaggio di San Sebastián de Garabandal. Dalla sua prima visita cinquantacinque anni fa, nel mese d’agosto 1961, non era ancora tornata.
María José arrivò a Garabandal grazie a un suo fratello il quale, impressionato da quello che stava accadendo lì, era andato a vivere nel villaggio durante tutto il mese d’agosto. Arrivò per la strada che c’era all’epoca, che era poco più di un sentiero, con alcuni pendii ripidi che solo i fuoristrada potevano superare. Lì trascorse quattro giornate che non dimenticherà mai. Ricorda la sua impressione delle bambine: “Le bambine erano affascinanti. Quando erano normali, erano normali, giocose. Erano delle bambine molto affettuose e molto vivaci. Molto giocose tra di loro e con me. Giocavano, ridevano... Bambine normali! A me almeno, mi trattavano come se mi avessero conosciuto da tutta la vita. Ma quando sentivano la chiamata, dicevano: “Mi sta chiamando”. E, lasciando quello che stavano facendo, andavano via”.

La reazione delle bambine alla chiamata della Madonna fu proprio una delle cose che più colpì María José. Successe al tramonto. Lei era con suo fratello nella taverna di Ceferino, quando arrivò Mari Loli per farsi un panino. “Un panino con ‘chorizo’, tra l’altro. La cosa più normale!”. Sicuramente Mari Loli aveva già ricevuto due chiamate dalla Madonna. In qualsiasi momento poteva arrivare la terza e iniziare l’estasi. Ma siccome Mari Loli – come anche il resto delle veggenti- era una bambina assolutamente normale, ormai di sera aveva fame, e perciò andò a comprarsi un panino. María José continua raccontando: “Si stava preparando un panino grande così da mangiare e, dopo averne mangiato la metà, lo lasciò lì e disse: “Mi chiama”. Uscì correndo, e tutti noi dietro di lei, ovviamente”. Effettivamente, la Madonna l’aveva chiamato per la terza volta annunciando l’imminente inizio dell’estasi, e lì rimase la cena di Mari Loli. Veniva voglia di prenderla e dirle: “Ma ragazza, il panino?”, ma non c’era tempo per fare domande se uno voleva vedere ciò che succedeva durante l’estasi.

Tutti in fretta si precipitarono verso la Chiesa parrocchiale seguendo la bambina. “E quando arrivammo alla chiesa, la Madonna era già lì, ovviamente. Mari Loli fece malamente un gesto di riverenza verso il Tabernacolo. E all’improvviso, si fermò. Aveva uno sguardo quasi come se stesse chiedendo: “Ma cosa mi stai dicendo?”. E sussurrò: “Uno scarabocchio?”. Ma così, con una faccetta... “Uno scarabocchio?”. E poi fece il segno della croce perfettamente”. La Madonna fu per le bambine una madre e maestra, e una maestre esigente. Mari Loli aveva frettolosamente salutato il Signore, facendo un segno di Croce deforme e irriconoscibile davanti al Tabernacolo, e Nostra Madre del Cielo l’aveva corretta. Una cosa molto semplice e commovente, e così in conformità con il messaggio Eucaristico che la Madonna veniva a comunicarci: “All'Eucaristia si dà sempre meno importanza”. María José aggiunge: “Mi ha colpito molto la cosa dello scarabocchio. Sempre, quando faccio il segno della croce, mi ricordo dello scarabocchio, e cerco di farlo bene”.

Speriamo che il messaggio d’amore per l’Eucaristia che la Madonna venne a portare a Garabandal penetri anche nei nostri cuori e traspaia in ognuno dei nostri gesti fatti alla presenza del Signore: nel modo di stare dinanzi a Lui, nel modo di fare la genuflessione, nello sguardo di fede e fiducia che rivolgiamo al Tabernacolo... Lui è presente nell’Eucaristia. TrattiamoLo come merita. Chiediamo a Nostra Madre con insistenza che sia Lei nostra Madre Eucaristica.

 


Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok