• Pensieri mariani

  • 1

Per il mese di giugno

«Nel consacrarci al Cuore di Maria scopriamo la via sicura al Sacro Cuore di Gesù, simbolo dell’Amore Misericordioso del nostro Salvatore» (S.S. Giovanni Paolo II, 22 settembre 1986.).

San Bonaventura

s buenaventura

“I soldati non temono tanto un numeroso esercito di nemici quanto teme il potere dell’Inferno nell’ascoltare il nome di Maria”.

San Bonaventura nacque a Bagnoregio, vicino a Viterbo (Italia), nel 1221. Dopo aver preso l’abito nell’Ordine francescano, andò a studiare all’Università di Parigi. Dal 1248 al 1257 insegnò in quella stessa università Teologia e Sacra Scrittura. Nel 1257, insieme a San Tommaso d’Aquino, ricevette il titolo di dottore. Fu autore di diversi trattati, tra i quali va segnalato “La perfezione evangelica”. Nello stesso anno fu nominato Superiore Generale dei Frati Minori. Fu eletto in un tempo difficile per l’Ordine francescano, per la divisione tra coloro che predicavano un’austerità inflessibile e quanti chiedevano che la regola originale venisse mitigata. Riguardo a ciò scrisse una lettera ai Provinciali, esigendo la perfetta osservanza della regola e la riforma dei “rilassati”. Governò l’ordine francescano per 17 anni, e per questo motivo è anche conosciuto come il “secondo fondatore”. Nel 1266 Papa Gregorio X lo nominò Cardinale Vescovo di Albano, ordinandogli di accettare l’incarico per obbedienza. San Bonaventura si distinse per la semplicità, l’umiltà e la carità. Meritò il titolo di “Dottore Serafico” per le virtù angeliche. Fu canonizzato nel 1482 e dichiarato Dottore della Chiesa nel 1588.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok